Passo del Bernina

PassoBernina

LOCALITA’ DI PARTENZA:
Poschiavo (Svizzera)
LUNGHEZZA:
17,5Km
QUOTA DI PARTENZA:
1021m
QUOTA DI ARRIVO:
2328m
DISLIVELLO:
1307m
PENDENZA MEDIA / MASSIMA:
7,5% /  12%
DIFFICOLTA’*:
4
PANORAMA*:
5
MAPPA:
ALTIMETRIA:
berninadaposchiavo

*Valutazione soggettiva

NOTE:

Il passo del Bernina è un valico Svizzero che collega la val Poschiavo con la val Engadina. Formalmente, dal versante della val Poschiavo, la salita comincia nell’omonimo paese, ma se partite dall’Italia inizierete a salire sin da Tirano (SO). In questo secondo caso, si partirà da 404m di altitudine e, in 8km di salita abbastanza costante, si raggiungeranno i 969m di Miralago, già in terra Elvetica. Qui partirà un lungo falsopiano di 8Km che inizialmente costeggerà il cristallino lago di Poschiavo, per poi condurci all’abitato dove avrà inizio la salita vera e propria. Nel caso di partenza da Tirano, il totale dei km al passo saranno 33 e il dislivello positivo di 1860m!

A Poschiavo la strada prende gradualmente a salire, immersa in un bosco di conifere che non occlude la vista, attestandosi in breve tempo su pendenze che oscillano costanti tra l’8 e il 10%. A quota 1620m, dopo aver superato la carreggiabile che porta all’alpe Campo, la strada sale più ripida con diversi tornanti fino a raggiungere la conca della Rosa, a quota 1870m, dove l’asfalto concede 500m di respiro in falsopiano, prima di riprendere a farci faticare.
Il bosco intanto ha lasciato spazio alle rocce e ai prati che fanno da sfondo al nostro incedere. A quota 2050m, incrociamo e ignoriamo la strada che porta alla Forcola di Livigno, proseguendo tra un tornante e l’altro, prima di raggiungere l’ultimo, impegnativo, tratto in costa che ci conduce al valico. Il panorama è maestoso, dominato dai ghiacciai del Bernina. Una discesa di 400m permette di raggiungere l’ospizio dove possiamo ristorarci. Da qui si può raggiungere, tramite una stradina, la stazione del caratteristico trenino rosso, con le acque del glaciale lago Bianco a fare da sfondo. Poco più avanti invece troveremo le acque scure del piccolo lago Nero. Uno spettacolo!

Condividi su: