Oggi niente bici…

030618_8

Sono le 7.30 e un sole color grano filtra dalle persiane lievemente accostate. Da sdraiato sento le gambe pulsare al ritmo del cuore, merito dei 170km di ieri, ma è il prezzo che pago sempre volentieri per una giornata in compagnia.

I primi movimenti mattutini sono lenti, abbozzati, almeno fino al caffè. Cosa si fa oggi? Dunque oggi niente bici. Riposo. Sì. Be’ magari quattro passi giusto per sgranchire le gambe. Anzi un passo solo…

Parcheggio l’auto a Borgonovo Val Tidone e mi avvio. Le strade sono libere, l’asfalto appena steso e la pianura terribilmente piacevole con l’aria leggera che accarezza i miei raggi, anche se ben presto si tramuta in saliscendi.
A Travo incontro un signore di Piacenza. 4 chiacchiere sui rispettivi giri e alla fine decide di accompagnarmi per un pezzo, facendomi evitare la più trafficata statale. Prezzo da pagare: qualche rampa in più.

030618_4

Il Trebbia è laggiù, col suo classico azzurro smagliante che tanto mi affascina. Saluto e ringrazio il compagno di giornata: lui torna verso casa, io proseguo verso Bobbio. Mi da qualche indicazione per driblare la strada principale, almeno fino a Mezzano Scotti, perchè da lì in poi, causa crollo del ponte di Pradella, la statale è praticamente obbligata. Poco male perchè è ormai mezzogiorno e tutti sono seduti a tavola per il classico pranzo domenicale.

A Bobbio saluto definitivamente il torrente celeste e prendo ad arrampicarmi verso il Passo Penice. La salita non è dura, ma piuttosto lunga: 13 km regolari sotto il sole torrido delle 2 per giungere i 1135m del passo. Nel frattempo il dolore alle gambe sembra essere svanito da qualche parte, forse perso col sudore versato sulla strada, o sostituito da quello di oggi.

Via con la discesa, prendendo la deviazione che porta a Casa Matti. Ogni volta che ci passo sorrido al pensiero di Folli a Casa Matti 😀
E’ una lunga e leggera planata, intervallata da qualche saliscendi e dal lago di Trebecco.  Mi ricongiungo così col punto di partenza. Guardo il contachilometri: ne segna 108. Non male per una giornata di riposo.

Il mio percorso
Altimetria Passo Penice

Condividi su: