Recensioni Acqua o Sasso

Recensioni di utenti, siti web e altro.


4,006/06/2016 da: gliscrittoridellaportaaccanto.com

Acqua o sasso è un romanzo frizzante, leggero, spontaneo; una lettura ottima da spiaggia, da bus o treno, non è impegnativa ma la struttura è studiata con cura.
Molto carina la copertina e simpatico il titolo: non sono messi a caso, da scoprire il significato.
Davvero pochi i refusi, confermo la mia stima per la casa editrice.
Il romanzo comincia con un capitolo dal titolo originale: «Walter, sei un coglione», e ci presenta immediatamente il primo protagonista della storia, per l’appunto Walter: vive a Milano, ha una vita come tanti, con momenti piacevoli o a volte più tristi, una famiglia, degli amici, e ricerca l’anima gemella: potrebbe essere uno dei nostri amici e mi chiedo se vi sia qualcosa di autobiografico in lui.
L’altro protagonista è Pier, 38 anni, vive a Roma e ha una vita complicata: ex rock-star, si è dovuto ritirare dalle scene e vorrebbe vivere una vita serena, ma il passato ritorna sempre fuori. Pier è di certo più distante dalle nostre vite, ma viene spontaneo seguire la sua vita con piacere e apprensione.
Cos’hanno in comune due personaggi così diversi l’uno dall’altro?
I due personaggi (l’uno parla in prima persona, l’altro in terza) vivono due vite parallele e molto distanti tra loro. Le personalità sono ben delineate, e si segue piacevolmente il ritmo dei capitoli alternati, dei pensieri dell’uno e dell’altro, delle azioni, degli incontri e degli amori.
Piano piano si entra davvero nella vita dei due e le diverse storie continuano a svilupparsi indipendenti l’una dall’altra, fino al finale, che davvero sorprende.
Trovo che sia un’ottima prima opera e credo che presto leggeremo altro di questo autore.


28/02/2016 da: lafeltrinelli.it 3,0

Iiteressante.
Il libro comincia con la descrizione di due vite parallele, i protagonisti sono due ragazzi completamente diversi, Walter e Pier e prosegue con la narrazione di eventi che, come è facile prevedere, si dovranno prima o poi incrociare; questo infatti succede, non dico quando per non anticipare nulla e per non rovinare quello che, secondo me, è il momento più bello del libro. La trama non è particolarmente intricata, ma è ben raccontata, con precisi dettagli e buona esposizione di pensieri ed emozioni; degne di nota sono le personalità dei protagonisti, descritti accuratamente. Inoltre ho apprezzato i vari messaggi, come quello che dà il titolo all’ opera. Ho trovato solo qualche refuso; nel complesso un libro abbastanza buono.


4,002/02/2016 da amazon.it
Interessante libro di esordio di Ivan Folli.
Premetto di conoscere personalmente l’autore del libro, ma devo oggettivamente riconoscere che il suo lavoro di esordio è assolutamente interessante.

Le storie dei due personaggi principali, che si differenziano per la narrazione (uno in prima persona ed uno in terza), si alternano in continuazione e ti portano a chiederti in contuniazione quando, come e se le loro vicende si incroceranno… E la conclusione del libro offre una inaspettata ed imprevista risposta a queste domande!

Difficile dire se mi sia piaciuto di più il personaggio di Walter (che trae sicura ispirazione dal vissuto dell’autore) oppure quello di Pier, in ogni caso le loro vicende si sviluppano in maniera lineare e fanno da subito presa sul lettore ed invogliano a proseguire nella lettura per vedere come vanno avanti.

Interessante anche il titolo: all’apparenza misterioso, verrà svelato nel corso del libro ed acquisirà un significato molto chiaro ed originale.

Complimenti ad Ivan per il risultato, mi è davvero piaciuto!


503/12/2015 da: amazon.it
Buon libro.
Ho scoperto per caso questo libro e l’ho letto in pochissimo tempo.
Cosa posso dire a riguardo…
Il libro si fa leggere e scorre che è un piacere, non vuole essere un vero e proprio romanzo complesso, ma racconta una storia che può essere per e di tutti noi, in quanto credo che tutti ci possiamo ritrovare in qualcuno dei personaggi citati.
Inoltre, ci sono molti spunti interessanti e a mio avviso ci possono essere anche dei consigli, o quanto meno, degli aiuti, utili ad affrontare situazioni piacevoli e spiacevoli che possono capitare ad ogni persona comune di questo mondo.
Tristezza e felicità si mischiano, si incrociano e si sfidano in una storia nella quale ci si può immedesimare.
Lo consiglio a tutti, soprattutto per coloro che amano scoprire nuovi scrittori e vogliono leggere un qualcosa di molto piacevole, descritto in maniera semplice ma intensa e con un gusto che riesce a cogliere il lettore con un gusto che riesce a spaziare tra il dolce e l’amaro.


4,026/11/2015 da: amazon.it
Esordi promettenti.
Si legge bene e in modo scorrevole, la storia è intrigante e a tratti commovente. Non vuole essere IL romanzo, ma una lettura d’evasione, poco impegnativa. L’intento è stato pienamente raggiunto.
Ci si appassiona alla storia di Walter o di Pier che quasi ci si dimentica di chiedersi quando e se verrà svelato il mistero.
Ottimo esordio!


501/11/2015 da: bookrepublic.it
Ho scaricato l’ebook perché dopo un giro nelle novità, sono stato colpito dal titolo e successivamente dalla trama nella “Quarta di copertina”. Un libro ben scritto, molto scorrevole l’ho letto velocemente in due giorni, una storia avvincente con un finale a sorpresa. I personaggi sembra leggendo di conoscerli il motivo perché sono comuni nella vita di ognuno. Uno dei libri più belli letti nell’ultimo anno (direte voi ma che legge questo qui per dire addirittura così di un libro di un autore sconosciuto?!) beh Io lo reputo tale e in più mi sbilancio dicendo che è un “Folli” che prende il “Volo”… Nello stile e spero per lui nel successo. Consiglio a tutti.. Un libro da leggere!!! Buona lettura e in bocca a lupo a questo nuovo autore che farà parlare di se nel panorama letterario italiano…


Da: recensionelibro.it
Protagonisti di questa storia dal titolo semplice e intrigante “Acqua o sasso” dello scrittore emergente Ivan Folli, sono due ragazzi che vivono distanti. Hanno superato i trent’anni ed entrambi si sentono soli.

Walter ama la tranquillità, vive in un paese vicino Milano e le sue giornate sono dedicate al lavoro, gli amici, la famiglia e la musica. Pier invece vive a Roma, dopo essere stato una rock star trascorre il suo tempo tra ragazze e birre. Non ha molte regole ed è stato cacciato giovane di casa dalla madre, che lo ha lasciato il pasto al mondo.

Entrambi hanno perso quella che credevano essere l’altra metà, quella giusta. I binari delle loro esistenze sembrano divisi, eppure qualcosa per i protagonisti di “Acqua o sasso” sta per accadere. E non sveleremo dove condurrà la storia…

Alla base del libro c’è una ricerca accurata da parte dell’autore Ivan Folli di dare spessore ai suoi personaggi, che vengono descritti con attenzione, tanto che il lettore sentirà un trasporto particolare per questi due ragazzi.

La storia è narrata con semplicità, ma riesce a creare spunti per chi vuole andare oltre le vicende descritte da Ivan Folli. Leggendo “Acqua o sasso” si possono provare sensazioni contrastanti e immedesimarsi nei personaggi.

Nonostante le 400 pagine, che forse per un esordiente possono risultare pericolose, perché è facile che il lettore si perda o non nutra più grande interesse dopo un po’, “Acqua o sasso” è un romanzo scorrevole, che con i suoi protagonisti riesce a suscitare interesse.

Condividi su: